Progetto e realizzazione           
di una rete radioamatoriale digitale
           
 

 

.: INTRODUZIONE :.   .: STORIA :.   .: MANUALE :.   .: ITANET & LA PROTEZIONE CIVILE :.   .: AREA DOWNLOAD :.

.: APPARATI MOBILI DIGITALI :.   .: POSTAZIONI ITANET IN FVG :.   .: ITANET NEWS :.   .: GALLERIA FOTOGRAFICA :.

per  la  registrazione su  IR3UIB  IR3UIC  IR3UBZ D-STAR FVG clicca QUI

 

per conoscere l'evoluzione tecnica della sperimentazione digitale

consulta la sezione :ITANET news sperimentazioni digitali WIFI D-STAR

 

IR3UIB  UHF 431,525 Mhz + 1,6 Mhz dal Col Gajardin (mt.900) Caneva-PN

IR3UBZ UHF 433,025 Mhz - 1,6 Mhz da UDINE città

IR3UIC  UHF 431,550 Mhz + 1,6 Mhz da TRIESTE città

 

Hot Spot IR3EF (dal Monte Bernadia-UD) VHF 145.5875 Mhz - 600Khz   link con XRF100

Hot Spot IR3UJ (da Monte Sabotino-GO)  UHF 430,075 Mhz + 1,6 Mhz   link con XRF100 

Hot Spot IR3UDB (da San Daniele-UD)     UHF 431,2625 Mhz + 1,6 Mhz link con XRF100 

Hot Spot IR3UAB (da m.te Diverdalce-UD) VHF 145.61250 Mhz - 600Khz link con XRF100

 

Xreflector XRF100  reflector regionale Friuli Venezia Giulia per IR3F/IR3UJ/IR3UDB/IR3UAB

 

per visualizzare lo status di IR3UIB clicca qui

per visualizzare lo status di IR3UBZ clicca qui

per visualizzare lo status di IR3UIC clicca qui

per visualizzare lo status di XRF100 clicca qui

Scarica i drivers per il Dv-Dongle     scarica file dxhosts (per XRF100)

informazioni su come operare con ICOM ID-1 clicca QUI

Questo sito è indirizzato ai radioamatori interessati alla sperimentazione delle trasmissioni digitali ( una volta in packet-radio ed oramai WIFI e D-STAR), alle applicazioni dei software relativi ed alle comunicazioni radio digitali sperimentate particolarmente in occasione di calamità al servizio della Protezione Civile.

E’ frutto di lunghi anni di sperimentazione in una regione “fortunata” da questo punto di vista, considerando il Friuli Venezia Giulia e la vicina Slovenia  luoghi in cui per prime hanno visto luce trasmissioni packet radio in Bpsk alla velocità di 1,228 Mb e ben due sistemi operativi dedicati, Super Vozelj ed ITANET.

Il recente sviluppo della rete Internet e la telefonia cellulare commerciale hanno sottratto tempo ed interesse alla gran parte dei colleghi Radioamatori una volta impegnati nelle sperimentazioni radio amatoriali.  Questo sito intende rivolgersi a coloro che , motivati e seri, provano ancora interesse nella sperimentazione di apparati radio amatoriali per trasmissione dati, e nello sviluppo, divulgazione ed applicazione di software specifici.

E’ inoltre rivolto ai Radioamatori che, impegnati nel volontariato presso la Protezione Civile, credono nella necessità di  sviluppare le comunicazioni digitali  in occasione di calamità (dato che per sperimentare quelle in situazioni "normali" ormai c'è internet..). Anche in questo campo ci riteniamo estremamente fortunati considerati gli ottimi rapporti esistenti tra  la nostra associazione ARI e la Protezione Civile Regionale del Friuli Venezia Giulia.

Lo scopo che ci prefiggiamo è non solo quello di documentare o celebrare quanto già fatto dal ns. gruppo nel corso di oltre un decennio, ma anche quello di promuovere un rinnovato dibattito costruttivo, aperto al contributo di tutti sul tema “comunicazioni digitali radioamatoriali ad alta velocità ”. Riteniamo infatti del tutto “esaurito” l’interesse dei Radioamatori  per il fenomeno”packet radio” inteso come sperimentazione a 1200 Baud per leggere bollettini delle BBS, mentre in piena espansione quello per le trasmissioni digitali “a larga banda”  WIFI e in fonia digitale con la tecnologia D-STAR. Di fatto inoltre tutti i principali softwares radioamatoriali sono stati previsti per operare "over IP",riconducendo tutte le applicazioni  precedentemente in packet radio verso la connessione  "internet" e quindi trasmissioni digitali ad alta velocità. Interesse manifestano ancora le tecniche “APRS” e l’inossidabile ausilio dato dai Packet Clusters all’attivita’ dei Dxers. La recente autorizzazione all’interconnessione dei sistemi radio a quelli informatici terrestri permette una enorme espansione di queste tecnologie.

Nelle pagine seguenti troverete anche la storia della sperimentazione ITANET nel packet radio, documentazione tecnica e manuali d’uso della scheda SBCC-186 /ITANET, quale testimonianza STORICA delle nostre passate sperimentazioni. Consultate ITANET NEWS per la sezione "aggiornata" relativa alle ns. sperimentazioni D-STAR e WIFI.

 

RINGRAZIAMENTI: Un sentito ringraziamento personale va alla sezione ARI di Monfalcone cui appartengo, che mi ha sempre sostenuto nella sperimentazione e divulgazione, e al Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia per aver creduto nella potenzialità del sistema ITANET WiFi ARI inserendolo nei piani regionali di Protezione Civile, nelle Fiere e negli incontri di respiro “extra-regionale”. Inoltre indispensabile e "tangibile" è l'apporto alle sperimentazione offerto dai pochi ma ben motivati sperimentatori delle Sezioni ARI regionali. Infine grazie a Simone per avermi impartito i primi indispensabili rudimenti nella creazione di "siti Web", attraverso i quali posso documentare quanto via via stiamo sperimentando.

 

.::: 73  IW3QOJ  Massimo MAURO    sez. ARI Monfalcone (GO)    massmau@tin.it :::.